Depositi Dormienti

News

Finanziamenti Fintech a PMI: la Banca investe anche in Borsadelcredito.it

Continua a leggere »

Avanti con il fintech: la Banca investe nell’invoice management

Continua a leggere »

Ace For The Cure: donazione a favore del Gruppo Cinofili Leonessa di Brescia

Continua a leggere »

Cartolarizzazione da € 200 milioni con BdC.it e Azimut per sostenere le PMI

Continua a leggere »

Con ALA Srl per favorire l’accesso delle imprese ai contributi pubblici

Continua a leggere »
Vedi tutte le news

Elenco Depositi al Portatore – Dormienti

Come disposto dal Decreto del Presidente della Repubblica del 22 giugno 2007 n.116 – pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.178 del 2 agosto 2007 – sono state inviate le raccomandate con ricevuta di ritorno a tutti i titolari dei rapporti cosiddetti “dormienti”, ovvero quei depositi di denaro o in titoli, con un saldo superiore a 100 euro, che non risultano movimentati da almeno 10 anni.

I titolari avranno 180 giorni di tempo dal ricevimento della comunicazione per attivarsi o movimentare il rapporto dormiente, pena il trasferimento dei soldi ad un fondo istituito dal Ministero dell’Economia delle Finanze, volto ad indennizzare i risparmiatori che hanno subito danni da investimenti sul mercato finanziario.

Trascorsi i 6 mesi, la Banca dovrà pubblicare su un quotidiano nazionale, nonché fornire al Ministero dell’Economia e delle Finanze, la lista di tutti i rapporti rimasti “dormienti”.

A tal proposito viene messo a disposizione dei Clienti, presso tutte le filiali e sul sito internet della Banca, un elenco contenente i dati dei depositi al portatore divenuti dormienti.















I titolari di depositi dormienti non ancora estinti sono invitati a contattare per tempo una qualsiasi filiale della Banca Valsabbina. 

In tutte le nostre filiali è esposto l’avviso alla clientela unitamente all’elenco aggiornato dei depositi dormienti al portatore.