SocialValsability, premiati i 3 progetti più votati

Consegnati i tre assegni da 10mila euro alle associazioni vincitori del concorso

Premiazione concorso SocialValsability

57 progetti in concorso, presentati da associazioni attive nelle province di Brescia (45), Verona (3), Monza-Brianza (2), Trento (2), Bergamo (1) e Milano (1).

1.003 i like alla pagina Facebook dell’iniziativa, pagina che è stata seguita da 1.026 persone. Oltre 72mila le visualizzazioni del sito web www.socialvalsability.it, per un totale di 30.016 utenti.

Sono solo alcuni dei numeri che raccontano la prima edizione di Socialvalsability, il concorso ideato e organizzato da Banca Valsabbina per fornire un aiuto alle associazioni che operano nei territori dove è presente almeno una filiale della banca, supportando progetti finalizzati alla crescita e allo sviluppo del territorio.

E’ proprio per raggiungere questi obiettivi che la Banca ha istituto tre premi del valore di 10mila euro ciascuno, che sono stati assegnati giovedì 9 novembre nel corso di una cerimonia alla presenza del presidente di Banca Valsabbina, Renato Barbieri, e dei rappresentanti delle associazioni che hanno aderito all’iniziativa.

Con 1.279 voti, il progetto più votato è stato “Casa Emilia Lucchini”, presentato dall’associazione bresciana AIL Brescia Onlus, che si propone la realizzazione di una casa di accoglienza dove ospitare gratuitamente i pazienti in cura presso le strutture ospedaliere bresciane e loro familiari. Seconda posizione in classifica per “Scrigno dei desideri”, con 752 voti, un progetto presentato dal Circolo Noi Lonato Oratorio Paolo VI, che consentirà l’inserimento in oratorio di due educatori e di attivare un “punto giovani” con attività ludico ricreative, laboratori, momenti di formazione per adolescenti e aiuto allo studio. Il terzo premio se lo è invece aggiudicato con 550 voti “Sogno”, un progetto dell’associazione milanese Una Zampa per la Spagna Onlus, finalizzato a salvare cani e gatti del Sud Italia per portarli nel rifugio dell’associazione e curarli.