News

CONTANTE, ASSEGNI e TITOLI al PORTATORE

18 Agosto 2011



Il 13/08/2011 è entrato in vigore il DL 138 che ha apportato modifiche al testo dell’art. 49 del D.Lgs. 231/2007 in termini di limitazioni all’uso del contante e titoli al portatore (ricordiamo che i termini per la conversione in legge sono 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, per cui lo stesso potrebbe subire alcune modifiche).

La novità consiste nella riduzione del limite massimo per il trasferimento di contante e titoli al portatore, tra soggetti diversi, che deve essere inferiore a 2.500 euro (precedenti 5.000 euro); il trasferimento di importi superiori può essere eseguito solo da Intermediari abilitati.

Il nuovo limite introdotto è valido anche per l’utilizzo degli assegni bancari in forma libera e per i libretti di risparmio al portatore (il cui saldo non può essere pari o superiore a 2.500 euro).

La clientela è pregata di utilizzare i carnet assegni liberi (attualmente in loro possesso) rispettando il limite di importo sopra citato indipendentemente dalla eventuali diciture presenti riferibili al vecchio limite di 5.000 euro.

La norma prevede la regolarizzazione dei libretti al portatore esistenti, con un saldo pari o superiore a 2.500 euro, entro il termine del 30 settembre 2011.

L’obiettivo del cambiamento ha lo scopo di prevenire l’utilizzo del sistema finanziario ai fini di riciclaggio di denaro proveniente da attività criminose e di finanziamento del terrorismo.