Trasparenza

News

I numeri di Banca Valsabbina, una banca solida e sicura

Continua a leggere »

Banca Valsabbina aderisce al protocollo d'intesa "Ripresa Trentino"

Continua a leggere »

Congelati i dividendi 2019 su raccomandazione della BCE

Continua a leggere »

Dalla Banca 100mila euro per gli ospedali della ASST Garda

Continua a leggere »

Anticipiamo i crediti verso la PA ai fornitori di Asl, ospedali e Prot. Civile

Continua a leggere »
Vedi tutte le news

Documenti Trasparenza Bancaria e Fogli Informativi

La nuova disciplina sulla Trasparenza dei Servizi Bancari:

 

Fogli informativi

Vai alla pagina dei fogli informativi


 

Guide della Banca d'Italia / Altre Guide

Le guide della Banca d’Italia

Banca d’Italia ha emanato le Guide “Il conto corrente in parole semplici”, “Il mutuo per la casa in parole semplici” e “Il credito ai consumatori in parole semplici” previste dalla normativa relativa alla Trasparenza Bancaria. Le guide contengono informazioni su cosa sia un conto corrente o un mutuo, come sceglierlo, a cosa fare attenzione prima e dopo la conclusione di un contratto, quali diritti ha il cliente e come può farli valere. Uguali indicazione vengono fornite in merito al credito ai consumatori. Le iniziative sono adottate per assicurare la trasparenza dei servizi bancari e finanziari, migliorare le conoscenze finanziarie dei cittadini, aiutarli a conoscere i prodotti più diffusi e a fare scelte consapevoli.
La collana delle Guide in parole semplici della Banca d’Italia è stata arricchita con la pubblicazione del nuovo opuscolo “La Centrale dei Rischi”.
La nuova Guida risponde, in modo semplice e chiaro, alle domande più frequenti che gli utenti rivolgono alla Banca d’Italia sulla Centrale dei Rischi, delinea le sue caratteristiche e finalità e contribuisce a fare chiarezza sull’utilità di questa banca dati per le famiglie, le imprese e il sistema bancario e finanziario.

Il conto corrente in parole semplici (.pdf)
Le domande di base, come scegliere il conto, i diritti del cliente, le attenzioni del cliente, il mutuo dalla A alla Z e i contatti utili.

Comprare una casa – il mutuo ipotecario in parole semplici (.pdf)
Le domande di base, come scegliere il mutuo, i diritti del cliente, le attenzioni del cliente, il mutuo dalla A alla Z e i contatti utili.

Il credito ai consumatori in parole semplici (.pdf)
La scelta e i costi, i diritti del cliente, i contatti utili, il credito ai consumatori dalla A alla Z.

La centrale dei rischi in parole semplici (.pdf)
La guida risponde, in modo semplice e chiaro, alle domande più frequenti che gli utenti rivolgono alla Banca d’Italia sulla Centrale dei Rischi, delinea le sue caratteristiche e finalità e contribuisce a fare chiarezza sull’utilità di questa banca dati per le famiglie, le imprese e il sistema bancario e finanziario.

Altre Guide

Guida pratica e modulo Conoscere l’Arbitro Bancario Finanziario (.pdf)
Capire come tutelare i propri diritti. Tutti i consigli, le risposte,la procedura passo passo e le istruzioni per formalizzare un ricorso.

Guida: come cambiano i pagamenti online con la PSD2 (.pdf)

ACF – Arbitro per le Controversie Finanziarie – Brochure e guida pratica al ricorso (.pdf)

Mortgage Credit Directive – Guida alla lettura del “Prospetto Informativo Europeo Standarizzato” (PIES) (.pdf)

Informativa sulla Commissione di Istruttoria Veloce (CIV) (.pdf)

Inclusione finanziaria – Benvenuto in Banca – ITA / ENG (.pdf)

Informazioni più chiare e complete sui costi e oneri degli investimenti e dei servizi di pagamento

Prestiti – Più attenzione a scadenze e rimborsi (.pdf)

Conto di Base – cos’è e chi può ottenerlo senza spese (.pdf)

Servizi di pagamento – I diritti del cliente (.pdf)

Informativa Mifid2 (.pdf)

Conto di base

Il Conto di Base, previsto dalle misure del decreto “Salva Italia”, si propone come uno strumento avente finalità sociale per garantire l’inclusione finanziaria anche delle fasce più deboli della popolazione, e si inserisce nel quadro delle iniziative assunte dal Governo in tema di lotta all’evasione fiscale e di promozione di strumenti di pagamento più efficienti.
Il Conto di Base è proposto in adempimento all’obbligo di offerta previsto dal Decreto attuativo del Ministero dell’economia e delle finanze n.70 del 3 maggio 2018 in attuazione del D.Lgs. 37/2017.

A chi è dedicato?

  • consumatori con esigenze bancarie limitate;
  • fasce socialmente svantaggiate della clientela, con un ISEE annuo inferiore a 11.600 €;
  • titolari di trattamenti pensionistici fino a 18.000 € lordi annui.

È possibile essere intestatari/cointestatari di un solo Conto di Base presso qualsiasi istituto bancario italiano (Poste Italiane comprese) e il richiedente non deve essere titolare/contitolare di altro conto corrente presso la Banca.

Per maggiori informazioni si rimanda alle Guide ed ai Fogli Informativi disponibili presso le Filiali della Banca e nella sezione Trasparenza.

Indicatore dei Costi Complessivi

L’Indicatore di Costi Complessivi (ICC) ha la finalità di quantificare in modo semplice i costi del conto corrente offerto ai clienti consumatori; il valore dell’ICC è ottenuto sommando i costi annuali, fissi e variabili, del conto di pagamento, come indicati nel Foglio Informativo di riferimento.
L’ICC costituisce un utile strumento per confrontare rapidamente tra loro i diversi prodotti e permette al Cliente di individuare il profilo più adatto alle proprie esigenze. Poiché l’ICC esprime un costo indicativo, che può quindi differire dal costo effettivo sostenuto, è opportuno che il Cliente, a fine anno, confronti le spese effettivamente sostenute per il conto di pagamento con l’ICC di riferimento.

Gli intermediari infatti sono tenuti a calcolare e indicare l’ICC:

  • Nel Documento informativo sulle Spese (FID) per i conti di pagamento
    In questo caso l’ICC rappresenta uno strumento di confronto, in fase di apertura del conto, dei costi delle diverse offerte della banca e della concorrenza, calcolato sulla base di profili di operatività definiti da Banca d’Italia.
  • Nel Riepilogo sulle Spese (SOF) di fine anno
    In questo caso il Cliente può confrontare il costo effettivamente sostenuto in un anno, per il conto di pagamento di cui si è titolare, con l’ICC calcolato dalla Banca, per quel tipo di conto e in base al proprio profilo. La Banca dovrà infatti comunicare, nell’ambito delle informazioni previste dalla normativa sulla Trasparenza, anche il costo totale effettivamente sostenuto nel corso dell’anno per i servizi di tenuta conto e gestione liquidità. Nel Riepilogo sulle Spese (SOF) di fine anno, infatti, la Banca riporterà la tabella dell’ICC del prodotto sottoscritto dal Cliente, con riferimento a ciascun profilo Banca d’Italia. Con queste informazioni, il Cliente potrà verificare se il costo sostenuto effettivamente sia o meno in linea con l’ICC riferito al suo profilo di operatività. In caso affermativo, potrà avere la conferma che il tipo di conto sottoscritto è adatto alle sue esigenze, in caso contrario, potrà rivolgersi alla Filiale per verificare la disponibilità un prodotto più conveniente.

Tabella riepilogativa ICC per le convenzioni offerte ai consumatori (pdf)
Profili di operatività per il calcolo dell’ICC (.pdf)

Avviso Antiriciclaggio: Limite all'Utilizzo di Denaro Contante

Orari limite di accettazione ordini di pagamento (CUT OFF)

Tutti i documenti, inseriti in questa pagina: Guide Banca d’Italia e Fogli Informativi, sono disponibili presso tutte le nostre Filiali.